Cerca
  • Studio di Psicologia BS

FARE IL PUNTO.

Credo sia destino comune di tutte le persone quello di sorprendersi, prima o dopo, a riflettere su come si sia giunti ad una condizione, ad un livello, ad un lavoro, ad una percezione di sé stessi che forse non rappresenta esattamente ciò che ci saremmo aspettati in origine. Gli anni del liceo, ricchi di profumi ed energia, tanto pieni di sogni e di fantasie sul futuro da renderle quasi irrealizzabili, come se il futuro non fosse uno, ma molti, e come se si fosse potuti diventare contemporaneamente tutto ciò che si anelava essere: il medico, il pilota, il poliziotto, il giornalista, lo scrittore. Ecco, io tutti loro volevo essere, a tratti separatamente, a tratti tutti insieme.

Poi l’università, anni di studio e l’inevitabile chiusura mentale che essa comporta, faticosa metamorfosi necessaria però a trasformare un giovane sognatore in un efficace professionista. La persona cambia, i ritmi anche, gli amici più stretti restano e gli altri se ne vanno, così come gran parte delle persone che avremmo voluto diventare; scomparse le più, qualcuna azzoppata, poche, pochissime integrate nell’adulto: e allora ecco che il medico si integra nella tua scelta di una professione di cura, il poliziotto nella decisione di specializzarti nella tutela minorile ed il pilota se ne vola irrimediabilmente via; d’altronde, da lui non ci si potrebbe aspettare altro.

Ed eccomi qui, professionista a tratti, fregiato del privilegio di collaborare con giovani e determinati cultori della materia psicologica, della medicina, delle scienze sociali e di quelle giuridiche, ingaggiato in un progetto di prevenzione, promozione del benessere e cura della persona, mi dedico a ciò che sono, più o meno volontariamente diventato, cercando però di dare una minima voce ad una di quelle persone che avrei voluto diventare in gioventù…lo scrittore? Il giornalista? Non importa, per ora provo a scrivere, e a piacervi.

Questo blog rappresenta l’intento senza pretesa alcuna di scrivere, possibilmente di psicologia, cercando di gettare, periodicamente, il seme della cultura psicologica in riferimento a fatti di cronaca o fenomeni di interesse pubblico o personale che sia.

Il progetto di partenza, come detto sopra, ci vede come professionisti accumunati dalla volontà di incidere realmente sul territorio, di creare reti di consapevolezza nella popolazione attraverso interventi di prevenzione e cura della persona realizzati tramite canali eterogenei, perché crediamo nella prevenzione, crediamo nella cura, ma soprattutto crediamo nella persona, ed in tutte le persone che avrebbe voluto diventare.


V.G.


48 visualizzazioni

© 2019 Studio di Psicologia e Mediazione Familiare Brescia - created by 2Piustudio.it